Sigaretta elettronica: i rischi e i sospetti continuano ad aumentare negli Usa

Nel corso degli ultimi tempi si sta parlando con sempre maggiore insistenza di tutti quei pericoli connessi all’uso della sigaretta elettronica. Ebbene, dagli Usa non arrivano certo notizie positive, anzi. Infatti, da oltreoceano continua a crescere il numero di casi segnalati all’interno di ospedali: ora si è andati oltre quota 450, con cinque morti che sono sotto studio perché decisamente sospette.

Quella che sembra una trovata tecnologica in grado di dare una mano alle persone che avevano intenzione di smettere di fumare, sta diventando un vero e proprio pericolo. Eppure, l’evoluzione tecnologica in altri ambiti ha fatto solo che bene. È sufficiente pensare al comparto del gioco online, che è cresciuto tantissimo, anche per merito di un numero sempre maggiore di siti di casino online studiati per il mobile.

Sigarette elettroniche, aumentano i casi di morti sospette negli Usa

La notizia arriva come un fulmine a ciel sereno per tutti coloro che fumano sigarette elettroniche, ma in effetti qualche avvisaglia negli ultimi tempi c’era stata. I CDC, ovvero i Centri per la prevenzione e il controllo delle malattie negli Usa, hanno di fatto invitato tutti i fumatori a interrompere l’uso di questo tipo di sigarette.

L’obiettivo è quello di prendere tempo per capire cosa sia realmente successo a tutti i nuovi casi di persone che sono state colpite da delle crisi respiratorie in seguito all’uso di sigarette elettroniche. Un numero che è in continuo aumento e che sta portando ad un affollamento di tali pazienti negli ospedali a stelle e strisce.

Fino a questo momento, sono giunte segnalazioni per quantomeno 450 casi di patologie polmonari, che sono insorte in ben 33 Stati differenti e con 5 casi di morti sospette. Sembra che ci possa essere quantomeno un legame tra tali morti sospette e l’uso delle sigarette elettroniche. Inoltre, i numeri legati alle segnalazioni stanno continuando ad incrementare in confronto a quelle che erano le precedenti stime.

Il Dipartimento per la salute pubblica della contea di Los Angeles ha rilasciato un comunicato affermando di aver dato il via a delle indagini per capire le cause della morte di una persona che rimangono piuttosto sospette. Si tratterebbe della quinta scomparsa di una persona negli Usa per colpa, forse, dell’uso delle sigarette elettroniche.

Solamente pochi giorni fa erano arrivate altre due segnalazioni di morti sospette, di cui la prima in Minnesota e la seconda nell’Indiana. L’incremento non solo dei ricoveri, ma pure delle morti dalle cause non accertate sta instillando un numero di dubbi sempre più alto per quanto riguarda la reale affidabilità e sicurezza delle sigarette elettroniche.

Qualcuno comincia addirittura parlare di “epidemia”

Questo tipo di sigarette, infatti, dovrebbe avere tutte le carte in regole per dimostrarsi maggiormente affidabili e più sicure in confronto a quelle classiche. Insomma, dovrebbero rappresentare realmente un’alternativa in grado di provocare minori danni alla salute. Eppure, sembra che non sia proprio così, anzi.

Un editoriale che ha trovato spazio sulla rivista scientifica “The New England Journal of Medicine”, ha parlato anche di epidemia in riferimento a tutti i nuovi casi che sono emersi nel corso degli ultimi giorni. Il mistero sulle cause di queste morti aleggia ancora in modo estenuante. Fino a questo momento, gli addetti ai lavori erano convinti che tutto fosse dovuto a delle complicazioni legate all’uso di sostanze fai-da-te da inalare, ma sembra proprio che si possa nascondere altro dietro a tale situazione.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *